Alessandra Gardin

Guida turistica Firenze

GALLERIA DEGLI UFFIZI


Sei interessato a questo itinerario?


Nome
Telefono
Email
Messaggio
PrivacyAi sensi dell’art. 13 d. lgs. 196/2003 inviando il presente modulo, dichiaro di aver letto e compreso l'informativa ed esprimo il consenso previsto dall'articolo 23 del Codice al trattamento dei miei dati personali per i rapporti commerciali intercorrenti.
Accetto

La visita alla Galleria degli Uffizi è sicuramente un must da includere durante un soggiorno in città. La preziosa collezione di dipinti che si offrono in ordine cronologico all'attenzione di milioni di visitatori ogni anno, è ospitata in uno dei palazzi più significativi del Rinascimento fiorentino. L'edificio a forma di U si sviluppa su due eleganti piani costruiti a partire dal 1560 da Giorgio Vasari che ricevette dal Granduca Cosimo I de' Medici l'incarico di edificare la sede delle 13 più importanti magistrature fiorentine da lui controllate. Da qui il nome Uffizi che significa uffici. La collezione di pitture, una delle più importanti del mondo, include dipinti dal periodo medievale al 1700, ma sicuramente il nucleo più prestigioso e famoso è quello del Quattrocento e del Cinquecento italiano che vanta capolavori di Botticelli, Piero della Francesca, Leonardo da Vinci, Michelangelo, Tiziano, Bronzino e Raffaello. I recenti lavori di ammodernamento dell'edificio hanno portato all'apertura di due nuove sezioni.
La prima, dedicata alla pittura straniera mostra capolavori di artisti spagnoli, fiamminghi e francesi (Goya, Velasquez, Rubens, Rembrandt, Chardin) comprende sale nuove che non appartengono alla struttura originale dell'edificio e che pertanto sfoggiano delle pareti blue. La seconda, comprendente la sala rosso pompeiano che ospita alcune sculture antiche facenti parti della ricca collezione del museo, è costituita dalle sale che ospitano, in una nuova disposizione di più ampio respiro, i capolavori del Cinquecento fiorentino e i famosissimi quadri di Raffaello, quali la Madonna del Cardellino e il Ritratto di Leone X. In attesa del completamento dei lavori di ristrutturazione e del totale riassetto del museo, una larga parte del primo piano è spesso sede di interessanti mostre temporanee. Data la grande affluenza di visitatori nel periodo di alta stagione turistica si raccomanda la prenotazione.