Alessandra Gardin

Guida turistica Firenze

FIRENZE E LA SECONDA GUERRA MONDIALE - UN PERCORSO SPECIALE


Sei interessato a questo itinerario?


Nome
Telefono
Email
Messaggio
PrivacyAccetto il trattamento dei dati personali in conformità del Regolamento UE 679/2016 (GDPR) in materia di Privacy.
Accetto

Se siete interessati alla storia di Firenze durante i terribili anni del secondo conflitto mondiale, seguite la vostra guida turistica ufficiale di Firenze alla scoperta dei luoghi e dei personaggi più importanti del biennio 1943-1945.
Cominceremo il nostro percorso con una introduzione storica camminando nella zona della città più colpita dalla guerra, vale a dire il Ponte Vecchio e le strade limitrofe, Borgo San Jacopo, via Guicciardini, via de’ Bardi. Qui il 3 agosto del ’44 le mine tedesche distrussero le antiche case torri e i palazzi rinascimentali, insieme a  tutti i ponti ad eccezione del Ponte Vecchio L’intento delle truppe tedesche in ritirata fu di coprirsi le spalle e ritardare l’avanzata degli alleati e dei partigiani in città. In quei tragici giorni che seguirono, la popolazione dei quartieri che si trovavano intorno all’area di Ponte Vecchio e di qua e di là d’Arno si rifugiarono sotto i loggiati del Cortile dell’Ammannati di Palazzo Pitti. Vi racconterò quindi di Frederick Hartt, allora giovane e intrepido storico dell'arte, nelle file dell'esercito americano durante la guerra, che fece parte della Sottocommissione alleata ai Monumenti, Belle Arti e Archivi (MFAA), oggi conosciuta come "Monuments Men", e che fu uno dei due responsabili della MFAA per la Toscana. Frederick Hartt è sepolto nel Cimitero delle Porte Sante, il più antico cimitero monumentale di Firenze, che si trova dietro la splendida Chiesa di San Miniato al Monte.
Il tour non può prescindere dalla visita del Florence American Cemetery and Memorial, il cimitero monumentale americano che accoglie le spoglie di tutti i militari caduti per difendere la mia città dai nazisti. Questo posto, oggi un simblo di pace, si trova a 8 km a sud di Firenze ed è pertanto necessario avere una macchina per visitarlo. Prenota un tour con la tua guida abilitata di Firenze.